Cash & Paddy
Lei è Paddy una sognatrice… adora la moda e i suoi pattini

PADDY

“Drive boy, dog boy, dirty, numb angel boy / In the doorway boy, she was a lipstick boy / She was a beautiful boy and tears boy…”

Era il 1996. Mentre nasceva Paddy, da qualche parte, all’aperto fuori dall’ospedale, in una di quelle giornate tiepide di primavera, suonava Born Slippy degli Underworld.
Non sappiamo se sia stato anche merito della canzone, ma lei sembrava davvero “nata per scivolare”: da subito, fin da bambina, dappertutto e con i suoi pattini, Paddy scivolava… per tutta la casa, in giardino, e poi per la città.
“Nata sotto il segno dei Pesci”, come cantava Venditti, Paddy si dimostrava, fin da subito, creativa e sognatrice: lo vedevi quando si muoveva a ritmo di musica, dalle storie che immaginava e raccontava agli amici, anche dallo stile con cui si vestiva: con un gusto infallibile per la moda Paddy non temeva di farsi notare.
Anche oggi, che pattina al parco e nelle sue cuffie risuonano l’elettronica e i classici italiani, il rock e Beyoncé, continua a farsi notare.
Ed è rimasta una che sogna. In grande. Mentre si sta laureando in economia, infatti, decide, insieme all’inseparabile Cash, di realizzare un progetto che magari li porterà lontano…

Paddy & Cash

Che cos’hanno in comune Paddy e Cash? Il loro allenamento quotidiano e… un sogno…
Trasformare la loro passione per la velocità in una vera e propria attività… Ma come?
Coraggio ragazzi, ce la potete fare!